Слике страница
PDF
ePub

rati pontificalmente tornammo a casa a cavallo, ove in vece di riposare, bisognava contrastar per le mancie con i Turchi che ci accompagnarono i quali tutti licenziati, venne la Tambulhana del G. S. la quale pure licenziassimo; et in tanto il Sig' Mauro Cordati ci mandò a felicitare del buon trattamento havuto nel divano.

XIX

[ocr errors]

Писмо Султана Мустафе III. Републици Дубровачкој од 29. Октобра 1757. којим јавља смрт Султана Османа ІІІ. и своје ступање

на пријесто.

Gloriosi tra i Prencipi Cristiani, conspicui tra i Primati
della Nazione di Messia il Rettore li ssri et
altri principali Comandanti di Ragusa

che il loro fine termini in bene.

[ocr errors][ocr errors]

Come vi sarà pervenuto questo glorioso Imperial mio segno vi sia noto, che il glorioso mio cugino fù Gran Signore Sultan Osman Han, che sopra di lui sia la divina misericordia e perdono, avendo in questi giorni assaggiata la tazza amara dela morte; e per divini voleri, ed infiniti suoi favori e grazie ab eterno destinate, giusta lo splendore della regia mia abilità e natural dispositione ed il lume dell'equità che risplende nella reale felicissima mia fronte, e riluce nel Sovrano augusto mio Intendimento, ed interno, essendo pervenuto per eredità alla Nobilissima mia Persona il vicendevole tempo del felice Sovrano Dominio col consenso de' gran Visiri, coll'unanime accordo di raguardevoli Leggisti e con universale ubbidienza di tutti i nobili e plebei in questo corente anno 1171 li 16 del mese di Sefer giorno fausto di Domenica con prosperità, gloria e grandezza è seguita per merito la felice mia esaltatione al Trono del Sovrano Imperio del mondo e fattasi l'orazione col Nome mio; dippiù s' è nobilitata ed insignita la moneta che si batte col nobile mio Nome, e si sono resi conspicui e decorati gli ordini ed i regii Comandamenti coll' Imple felice mio Tura onde per publi

care e divołgare per tufto il mio custodito Imperio e specialmente nel dominio di Ragusa questo gran dono e si sublime beneficio di Dio, è uscito questo mio nobile Comandamento e fù mandato col N. N. al giungervi di cui per essere in maniera suespressa seguita la felice mia Esaltazione al Trono dell'Imperio del Mondo ed alla fortunata soglia dominatrice delle Terre la pubblicarete e paleserete a tutti del Paese di Ragusa facendo fare diverse feste e dimostrando la grande allegrezza e giubilo. A tal motivo dunque è emanato il Nobile mio Sovrano Fermano ed ho imposto che al pervenirvi operiate come sopra s' è detto a tenore d' esso Comandamento degno di totalo ubbidienza cosi sappiate e prestiate credito all' Imperial mia marca.

Scritto in Constantinopoli sulla metà del mese Sefer Egira 1171.

Службени италијански пријевод из књиге: „Capitolazioni, Fermani e Comandamenti dal 1757 al 1790 у Држ. Аркиву, Изворник турски у Цар. Архиву у Бечу.

XX

Емри т. д. заповијест Султана Мустафе III од год.

1773. заповједницима и кадијама на путу
од Дубровника до Цариграда да штите
дубровачке поклисаре који полазе

сданком Високој Порти.

Comandamento del Sultano Mustafà III. diretto alli. Cadi e Comandanti che si trovano per strada dal confine Raguseo sin a Constantinopoli alli guardiani delle Fortezze, alli Neferi, Comandanti, Emini delle Scale ed alli Pri

mati del Paese.

Al pervenire dell' Imperiale Diploma vi sia noto che uno dei nobili di Ragusa residente alla Felice Porta, inclito fra i Primati della Nazione di Messia, Antonio Gozze, che il di lui fine termini in bene, mandando un sigillato memoriale alla Regia mia staffa, mi fece inteso, qualmente

[merged small][merged small][ocr errors][ocr errors]

essendosi approssimato il tempo da sortire e mandarsi secondo il consueto il Tributo all' inclita mia Constantinopoli per parte del Rettore e Consiglieri di Ragusa, voi sudditi facciate allogiare nei luoghi sicuri e custoditi l' Ambasciatore che viene col denaro del detto Tributo ed il Dragomano assieme con gli altri omini di suo seguito in qualunque luogo di vostro comando e giurisdizione perverrà e che di notte tempo lo muniate come si deve di guardiani e che li facciate comprare col proprio denaro le necessarie vettovaglie dai venditori a prezzo corrente; e che non facciate ingerirsi nè vessare nè molestare il detto Ambasciatore contro le Regie Capitolazioni dai llarci con richiesta del Tributo e da verun altro sotto alcun pretesto; e che per maggior sicurezza del detto Ambasciatore dobbiate in viaggio assegnare a canto suo una sufficiente quantità di nomini armati e valenti i quali li serviranno di difesa; e che proteggendolo e difendolo lo mandiate sano e salvo l'uno all'altro, usando somma diligenza, attenzione ed impegnio perchè venga ad essere spedito all'inclita mia Constantinopoli; ed acciò secondo il solito a motivo di dilazione ed induggio e della vostra trascuraggine e negligenza non si apporti alcun danno, o pregiudizio al denaro del detto Tributo, il detto Ambasciatore mi ha pregato d'un nobile Comandamento ed ho imposto che al pervenirvi si operi e proceda in maniera soprascritta, guardandovi al sommo dal contrario, ed operando a tenore del contento di questo mio alto Firmano degno da prestarli si tutta l'ubbidienza ed ossequio, cosi sappiate e prestiate credito all' Imperiale mio segno.

Scritto in Constantinopoli sul principio del mese Gemari al evel Egira 1186 Era V. 1773.

[ocr errors][merged small][merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][merged small][merged small]
[ocr errors]

Италијански пријевод у књизи Capitolazioni, Fermani ecc, dal 1757 al 1790» Бр. 45. Стр. 67. Држав. Архив. Турски изворник у Царском Архиву у Бечу.

XXI

Рикрeдeнциjала Великога Везира Султана АбдулХамида I. од год. 1784. поклисару Дубро

вачке Републике Николи Сараки.

Gloriosi tra li Principi Cristiani, sostegni et appoggi dei Grandi della Nazione di Gesù il Rettore et i Ss. di Ragusa ché il vostro fine

termini con felicità.

Dopo d' avervi presentato sinceri saluti vi si fà noto come tra li Primati della Nazione di Messia Natale Saraca, che s' aumenti la sua sommissione verso la Felice Porta, mi ha reso le vostre lettere il contenuto delle quali, dopo che è stato da me compreso, non si è mancato umiliarlo alla graziosissima staffa del Padrone del Mondo il di cui alto Imperiale intendimento ha perapieno inteso il loro senso pieno di espressione di sommessione in aderenza alla quale ha questa volta il sudetto vostro Ambasciatore portato, et interamente depositato nell' Imperiale Erario il Triennale vostro tributo per saldo della metà di Rebiul Eval dell'anno 1200 a tutta la metà di Rebiul Eval dell' anno 1203 et avendo il suddetto vostro Ambasciatore adempito al suo incarico fù agratiato del ritorno con il quale viene scritta e mandatavi la presente lettera, quale a Dio piaccendo come vi sarà arivata unitamente all' Imperiale Comandamento in continuazione alla vostra divotione, sincerità e fedeltà di mantenervi secondo vien prescritto nel nobile Comandamento come prima sempre fermi e costanti nel Centro della sommessione passandola bene con tutti gli abbitanti dell'Imperial Confine, metendo tutta l'attenzione in difesa e protezione delli sudditi di Ragusa col mandare a tempo Il dovuto vostro Tributo e consegnarlo nell'Imperiale Erario come anche con farci noti gli affari che insorgono al Confine degni della cognizione della Felice Porta e divina pace sia sempre sopra di quello che segue la vera strada. Scritto in Constantinopoli custodita.

(Без ознаке године).
„Италијански пријевод у

„Capitolazioni, Fermani ecc. dal 1757 al 1790” у Држ. Аркиву. Турски изворник у Цар. Аркиву у Бечу,

KILI1311

-

« ПретходнаНастави »