Слике страница
PDF
[graphic]

је

н

288 Д-Р ЛУЈО кнRз волновитк

У ХII

Писмо Сулејмана, сина Султана Селима I. Репуб-
лици Дубровачкој од 18. Септембра 1516.
” којим јавља очеве побједе у Мисиру.

Magnus et gloriosus ac omni laude et impperić dignis-
simus dominus Sulemanus Hyaka filius altissimi
imperatoris Selimi Hana, omnium Orientalium
et Occidentalium partium Europe et Asiе,
maritimarumque terrarum et Chere-
manie, dominis excellentibus Rес-
tori et Nobilibus Rhagusimis
Salutem mittit.

Notum vobis sit quod magnus imperator Selimus Hana debelavit sultanum Egipti dominum , еоquе сарto caput abscidit, divitias ejus et omnia arma provinciasque et civitates subjugavit. Hoc idem certum advenientes inde nunci attulerunt mihi. Quapropter nunciari vobis rem. hanc per istum meuni servum Sulimanaga misi, ut et vos, qui fideles estis imperatorie sue majestatis, in partibus et finibus illis, рro sue Altitudinis salute et victorie successu gaudium et exaltationem faciatis et ostendatis. Quia ita vos facere oportet. Bene vale. Datum die XVII“ septem

bris milesimo quingentesimo decimo dexto.

Овај се латински пријевод налази печатан у дјелу Е. Charriéra Négociatious de la Francedans le Levant Tome 1 p. 13. откле га ми исписасмо. Сама Република приопћи тај пријевод Папи Леону Х. који га пак посла и попрати писмом Францускоме краљу Франу I.

[graphic]

rati pontificalmente tornamino a casa a cavallo, ove in vece di riposare7 bisognava contrastar per le mancic con i Turchi che ci accompagnarono i quali tutti licenziati` venne la Tambulhana del G. S. la quale pure licenziassimo: et in tanto il Sigr Mauro Cordati ci mandò a felicitare del buon trattamento havuto nel divano.

XIX

UncMo CyJlTaHa Myc'raiþe III. PenyóJunm AyópoBaq-
noj op, 29. Om'oöpa 1757. EojnM jaBJba, CMpT
CyJm‘aHa OcMaHa III. n cnoje c'rynarfie
Ha npnjec'ro.

[graphic]

Gloriosi tra i Prencipi Cristiani, conspicui tra i Primati della Nazione di Messia il Rettore li SSri et altri principali Comandanti di Ragusa che il loro fine termini in bene.

Come vi sara pervenuto questo glorioso Imperial mio segno vi sia noto, che il glorioso mio cugino fil Gran Signore Sultan Osman Han, che sopra di lui sia la divina misericordia e perdono, avendo in questi giorni assaggiata la tazza amara dela morte; e per divini voleri, ed infiniti suoi favori e grazie ab eterno destinate, giusta lo splendore della regia mia abilita e natural dispositione ed il lume dell, equita che risplende nella reale felicissima mia fronte, e riluce nel Sovrano augusto mio Intendimento, ed interno, essendo pervenuto per eredita alla Nobilissima mia Persona il vicendevole tempo del felice Sovrano Dominio col consenso de, gran Visiri, coll, unanime accordo di raguardevoli Leggisti e con universale ubbidienza di tutti i nobili e plebei in questo corente anno 1171 li '16 del mese di Sefer giorno fausto di Domenica con prosperita, gloria e grandezza è seguita per merito la felice mia esaltatione al Trono del Sovrano Imperio del mondo e fattasi l, orazione 001 Nome mio; dippiù s, è nobilitata ed insignita la moneta che si batte col nobile mio Nome, e si sono resi conspicui e decorati gli ordini ed i regii Comandamenti coll, Imple felice mio Tura onde per publi

[graphic]

care e divolgare per tutto il mio custodito Imperio e specialmente nel dominio di Ragusa questo gran dono e si sublime benefizio di Dio, è uscito questo mio nobile Comandamento e fù mandato col N. N. al giungervi di cui per essere in maniera suespressa seguita la felice mia Esaltazione al Trono dell” Imperio del Mondo ed alla fortunata soglia dominatrice delle Terre la pubblicarete e paleserete a tutti del Paese di Ragusa facendo fare diverse feste e dimostrando la grande allegrezza e giubilo. A tal motivo dunque è emanato il Nobile mio Sovrano Fermano ed ho imposto che al pervenirvi operiate come sopra s’ è detto a tenore d” esso Comandamento degno di totalo ubbidienza cosi sappiate e prestiate credito all” Imperial mia marca.

Scritto in Constantinopoli sulla metà del mese Sefer

Egira 1171.

Caymöenu nraanjaacxu npujeBoA na nrbnre: ,,Capitolazioni, Fermani. e Comandamenti dal 1757 al 1790 y Apm. Apimny, ViaBopHm: rypcnu y

Ilap. Apxuny y Be‘iy.

XX

EMpn ‘r. j. sanoBnjee'r CyJi'rana Myc'racbe III 0,21, roll.. 1773. BaIIOBjGAHKIIHMa n EaAnjaMa Ha ny'ry 0A ,Zlyoponnmca ,zio Ilapnrpana ,zia m’rn're Ayóponaqne nomincape nojn noJiase c ,ziaHIcoM Bncoicoj lIop'rn.

Comandamento del Sultano Mustafa III. diretto alli‘

Cadi e Comandanti che si trovano per strada dal
confine Raguseo sin a Constantinopoli alli guar-
diani delle Fortezze, alli Neferi, Coman-
danti, Emini delle Scale ed alli Pri-
mati del Paese.

Al pervenire dell” Imperiale Diploma vi sia noto che uno dei nobili di Ragusa residente alla Felice Porta, inclito fra i Primati della Nazione di Messia, Antonio Gozze, che il di lui fine. termini in bene, mandando un sigillato memoriale alla Regia mia staffa, mi fece inteso, qualmente

« ПретходнаНастави »